Trattamento dei disturbi d’ansia

I disturbi d’ansia sono davvero molto diffusi, sia tra le persone adulte che tra i bambini. Il problema principale è che coloro che ne soffrono tendono quanto più possibile a fuggire dall’oggetto che provoca loro ansia, a non affrontarlo. Mano a mano che il tempo passa, questo atteggiamento di difesa che la nostra mente mette in atto comporta la nascita di una vera e propria paura. E la paura, si sa, è un mostro complesso da distruggere. Gli incontri con un terapeuta o psicologo monza per il trattamento dei disturbi d’ansia sono la soluzione ideale per uscire da questa impasse, incontri solitamente settimanali in cui il paziente viene messo quanto più possibile in contatto con l’oggetto della sua ansia. Stando a contatto con ciò che provoca ansia, il paziente ha la possibilità di comprendere che non c’è niente di cui avere paura, che non c’è niente di pericoloso. E così con il passare del tempo la paura scompare del tutto ed è possibile attuare un vero e proprio processo di desensibilizzazione per quell’oggetto. L’oggetto dell’ansia diviene banale, insulso, incapace di provocare di nuovo paure o altre emozioni negative.

Disturbi d’ansia

Il trattamento dei disturbi d’ansia non può essere condotto però solo ed esclusivamente nello studio dello psicoterapeuta. Lo psicoterapeuta infatti darà al suo paziente degli esercizi da compiere a casa ogni giorno, che permettono di rendere ancora più solidi i risultati ottenuti durante la terapia. Questo significa ovviamente che c’è bisogno da parte del paziente di una grande forza di volontà. Solo se il paziente quindi è davvero intenzionato a guarire, il trattamento dei disturbi d’ansia può avere successo.

Tra i disturbi d’ansia più diffusi dobbiamo ricordare gli attacchi di panico. Lo psicoterapeuta deve in questo caso come prima cosa aiutare il paziente a capire che gli attacchi di panico non sono in alcun modo pericolosi. Molti paziente infatti hanno la sensazione di poter morire da un momento all’altro, magari a seguito di un attacco di cuore solo perché sentono il battito particolarmente accelerato. Non si muore di attacco di panico, questa è la prima consapevolezza a cui il paziente deve arrivare in modo da eliminare alla radice la paura che un attacco possa sopraggiungere.

Lo psicoterapeuta

Lo psicoterapeuta aiuterà poi il paziente a tenere quanto più possibile sotto controllo i sintomi fisici dell’attacco di panico e a mantenersi quanto più calmo possibile. Solo a questo punto è possibile intraprendere il vero e proprio percorso di guarigione, la parte forse più difficile del trattamento dei disturbi d’ansia. Il paziente deve infatti mettersi faccia a faccia con la situazione ansiosa che comporta i suoi attacchi di panico, deve essere esposto quindi a queste situazioni ansiose. Coloro che ad esempio sono soliti avere attacchi di panico per la paura dell’altezza dovranno necessariamente salire in alto per superare la loro condizione. Ovviamente non si può salire subito su un grattacielo, il paziente dovrà intraprendere questo processo in modo graduale, salendo ad esempio un gradino al giorno di una scala.

Anche le fobie sono tra i disturbi d’ansia più diffusi. C’è chi ha la fobia dell’acqua, ad esempio, chi dei ragni, dei luoghi affollati e chi infine soffre di fobia sociale, della paura cioè che le aspettative degli altri vengano deluse dal proprio comportamento o dal proprio modo di essere. Anche in questi casi lo psicoterapeuta dovrà mettere il paziente di fronte all’oggetto della sua fobia, l’unico modo per riuscire a ridurre l’ansia e la paura, permettendo al paziente di riuscire di nuovo ad avere una vita tranquilla e rilassata e a non avere il timore di relazionarsi con gli altri.